Home » articoli » recensioni » Un’avventura tra fantasy e commedia: Ronal the Barbarian

Un’avventura tra fantasy e commedia: Ronal the Barbarian

recensioni

Desiderate staccare la spina per allontanarvi momentaneamente dalla realtà quotidiana? Ronal the Barbarian, film d’animazione del 2011, fa allora al caso vostro. Se avete intenzione di immergervi in un mondo medievale, fantastico, ricco di umorismo e ironia, non potevate trovare un’occasione migliore.

ronal_the_barbarian_posterCatapultati immediatamente in una realtà che ricorda molto i classici autori fantasy, quali Tolkien o Ursula Le Guin, dopo un intro che non potrà che essere apprezzato dagli amanti delle saghe fantasy, la storia ci presenta il nostro protagonista, Ronal, un barbaro, che però di barbarico ha ben poco. Il suo talento risulta inizialmente difficile da trovare, in quanto egli, non essendo capace di combattere non riesce a rappresentare al meglio la propria stirpe, risultando molto spesso persino goffo.

I problemi incorreranno quando un altro guerriero, questa volta malvagio, intento a riesumare dall’oltretomba il suo signore indiscusso, deciderà di razziare il villaggio dei barbari protagonisti, e di rapirli per offrire in sacrificio il loro sangue.

Da qui inizia l’avventura che caratterizzerà la maggior parte del film. Ronal si vedrà costretto a dover salvare la sua gente, partendo per una missione in cui sarà accompagnato da un giovane bardo, Aliberth d’animo simpatico e spensierato, col pensiero fisso riguardo un argomento particolare, una guerriera invincibile, Zandra, un buffo elfo di idee alternative, Elric, e la propria forza di volontà, nemico principale che il nostro protagonista dovrà affrontare.

La più significativa particolarità del film Ronal the Barbarian, però, è questa: sebbene la storia può sembrare una saga epica ed eroica, l’atmosfera non lo è assolutamente, o meglio lo è solo in alcune parti. Le continue battute, i doppi sensi, e le situazioni esilaranti, contribuiscono ad alleggerire gli avvenimenti a cui si andrà ad assistere, in modo da rendere la visione più piacevole anche per coloro i quali non vanno matti per il genere fantasy.

Ronal the Barbarian inoltre, è una di quelle opere d’animazione che contribuisce a sfatare il mito che il cinema d’animazione sia dedicato esclusivamente ai bambini. Esso infatti, può essere appreso a pieno solamente da un pubblico adulto, ma allo stesso può far divertire e sorridere i più giovani. La parte comica del film, coesiste con la parte morale, che ci fa realmente apprendere cosa voglia dire combattere per i propri amici e per i propri principi, e anche crescere interiormente, sapendo che con l’impegno si può arrivare a raggiungere traguardi che prima credevamo inarrivabili. Sia che siate amanti del fantasy, o che non lo siate, se volete dunque rilassarvi per una serata e ridere in compagnia, questo film rappresenta ciò di cui avete bisogno.

Pierluigi Gugliotta

SCHEDA TECNICA

Titolo originale:  Ronal Barbaren

Regia:  Thorbjørn Christoffersen, Kresten Vestbjerg Andersen, Philip Einstein Lipski

Sceneggiatura:  Thorbjørn Christoffersen

Produzione:  Trine Heidegaard, Einstein Film

Origini:  Danimarca 2011

Trailer

Pierluigi Gugliotta

Appassionato di cinema, libri, videogiochi, mitologie, viaggi e culture straniere, spera un giorno di diventare poliglotta e di fare il giro del mondo (magari a cavallo di un drago).

Post simili